Tesi di Luca Pugliese: La mediazione familiare nella separazione di fronte alla disabilità

La tesi di Luca Pugliese di fine corso (Edizione XI Corso in Mediazione Familiare Novembre 2017 – Maggio 2019, dell’Associazione Me.Dia.Re.) dopo aver affrontato le principali dinamiche che possono crearsi a livello familiare quando nasce un figlio con disabilità, cerca di impostare un modello che possa orientare il processo di mediazione in modo tale da essere adeguato a queste situazioni. Scrive, infatti, Luca Pugliese

“Molte famiglie, a seguito del trauma subito dalla nascita di un figlio che a volte è molto lontano da quello ideale, pensato e sperato, non riescono a superare o a reggere tale situazione, giungendo in alcuni casi alla rottura del rapporto attraverso la separazione o il divorzio”.

La tesi proposta da Luca Pugliese, quindi, si configura come una sollecitazione ad un avvicinamento “alle famiglie lacerate non solo dal dolore del trauma che la disabilità porta con sé, ma anche appesantite dai conflitti che la separazione porta con sé“.

“In una società come quella attuale in cui le modificazioni strutturali e culturali della famiglia sono in continuo divenire, credo sia necessario lasciare aperti gli spazi del confronto e del supporto rispetto a tali cambiamenti. Il concetto di conflitto è altamente connotato da valenze negative e per questo demonizzato, tanto che si attuano comportamenti difensivi con il solo risultato dell’evitamento, mentre l’affrontare tale situazione con l’aiuto di un terzo porterebbe ad un maggior livello di benessere nella gestione dell’evento”.

.

Può cliccare qui chi è interessato a leggere la tesi di Mediazione Familiare di Luca Pugliese.

Le altre tesi sulla mediazione familiare dei partecipanti ai corsi di Me.Dia.Re. si trovano nella pagina Tesi dei Corsi di Mediazione Familiare, Penale… Tra queste vi è anche quella di Fabiola Sacco: La Mediazione Familiare: una risorsa per le famiglie con minori disabili.

Locandina Master Mediatori familiari
Locandina Master Mediazione penale
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.