Tesi di Irma Pinocchio: Mediazione familiare: la prigione emotiva nella danza del conflitto

La tesi di Irma Pinocchio per il Corso di Mediazione Familiare (Edizione XIII del Corso in Mediazione Familiare Novembre 2018, dell’Associazione Me.Dia.Re) analizza la serie Kidding  per esplorare

«le dinamiche del conflitto e le implicazioni che esse hanno sulle funzioni genitorialie sul benessere dei figli. (…) Quando si vive un conflitto si è rinchiusi in una prigione emotiva, si soffre e non si riesce a trovare una via d’uscita. Per riprendere le parole del protagonista della serie televisiva analizzata: “Ho sempre saputo come arrivare in fondo alle cascate, entro nel barile, percorro la cascata e si apre il paracadute. Quello che non ho mai capito è come faccio a tornare su”. Ed è questo quello che succede quando una persona vive un conflitto, non sa come tornare su, non sa come riemergere, come uscirne e lotta per affermare e difendere la propria integrità e la propria percezione della realtà, a fronte di un comportamento dell’altro che ferisce la stima di sé, generando un sentimento di offesa, umiliazione e abbandono che ha una ricaduta a cascata non solo su se stessi ma anche sui soggetti che ruotano attorno alla persona. La mediazione familiare nell’ottica dell’approccio di Me.Dia.Re. diventa un potenziale strumento di integrazione e prevenzione nel ciclo di vita delle famiglie…».

Può cliccare qui chi è interessato a leggere la tesi di Mediazione Familiare di Valeria Miele.

Le altre tesi sulla mediazione familiare dei partecipanti ai corsi di Me.Dia.Re. si trovano nella pagina Tesi dei Corsi di Mediazione Familiare, Penale…

AIUTO (4)
SERVIZI DI MEDIAZIONE FAMILIARE

admin-ajax

admin-ajax (1)

admin-ajax (2)

Interviste ex corsisti
Tesi fine Corso
Riflessioni Me.Dia.Re
Note di mediazione
Conflitti in corso
Corsi e ricorsi
Politica e conflitto
CORSO in MEDIAZIONE FAMILIARE 16° EDIZIONE
Corso Mediazione Penale, Saniaria, Lavorativa e Scolastica 16° EDIZIONE
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *