Intervista a Antonella Pisegna: la delicata funzione dell’educatore – 24° puntata di Conflitti in corso

In questo video di Conflitti in corso, il 24°, non commentiamo più delle mail di persone che ci scrivono per esporre le loro riflessioni su situazioni conflittuali di cui sono a conoscenza, ma entriamo direttamente in contatto con una persona che di conflitti se ne intende. Intervistiamo, infatti, Antonella Pisegna, educatrice, socia e membro del consiglio di amministrazione della Cooperativa Sociale Il Ricino. Antonella, che si occupa del sostegno a nuclei famigliari in condizioni di disagio e difficoltà (incluso e, spesso, in primo luogo, il disagio derivante dalla violenza domestica), ci conduce non soltanto verso una maggiore conoscenza dei vari risvolti di quella professione, permettendo di coglierne – o, almeno, di intuirne – la complessità, ma ci permette anche di scorgere le pieghe più problematiche delle tante dinamiche relazionali che le educatrici e gli educatori devono gestire: l’ambivalenza iniziale verso tali professionisti da parte delle famiglie seguite, che, sì, da essi ricevono un supporto, ma si sentono anche sotto osservazione e, in fondo, sottoposte ad un giudizio; poi lo sviluppo di legami tra i professionisti e le famiglie che sono ricchi di implicazioni emotive ed affettive, cui fa da controcanto la necessità di fare attenzione a far sì che il rapporto non induca l’educatore a sostituirsi alla persona presa in carico; la sensazione di appagamento profondo, di restituzione di senso, vissuta dall’educatore, quando ci si accorge dei progressi importanti verificatisi nella situazione accompagnata; ma, altre volte, la frustrazione e l’impotenza quando sembra che tutto sia inutile; la difficoltà di gestire la conflittualità familiare e la necessità non soltanto di un buon lavoro di rete e di un contenitore in cui condividere vissuti impegnativi, ma anche di una formazione ad hoc…

Locandina Master Mediatori familiari
Locandina Master Mediazione penale
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.