La lettera di Einstein sulla ricerca nucleare arriva a Roosevelt l’11.10.39

L’11 ottobre 1939, fu Alexander Sachs a portare al Presidente americano la lettera firmata dal famoso fisico. In effetti, non fu un’iniziativa del solo Einstein, ma furono coinvolti diversi studiosi. Durante la prima metà del 900, infatti, la ricerca sulle dinamiche atomiche e subatomiche viveva un periodo di grande fermento in buona parte del mondo scientifico: Inghilterra, Danimarca, Germania, Stati Uniti e anche Italia, con Enrico Fermi e la scoperta degli isotopi. Fu, tuttavia, un gruppo di scienziati ungheresi espatriati in Inghilterra a rendersi conto del pericolo che il mondo stava correndo e a muoversi di conseguenza: in mano a nazisti e fascisti, il teorizzato (ma, di lì a poco, reale) potere della reazione a catena di fissioni nucleari avrebbe permesso loro di vincere facilmente la guerra.

Per questo motivo, gli Ungheresi, guidati da Leó Szilárd, si rivolsero ad Einstein: la sua autorevolezza, unita alla conoscenza personale della regina del Belgio, avrebbe impedito la vendita dell’uranio (elemento costitutivo delle future bombe) dal Congo Belga alla Germania nazista. Il già citato Sachs, però, venuto a conoscenza del piano, volle dare il proprio contributo. Anche in questo caso, fu una conoscenza personale a fare da guida: per Sachs, infatti, raggiungere direttamente il Presidente americano non costituiva un problema.

Dopo diversi scambi epistolari tra gli scienziati, che discutevano di quale fosse la modalità migliore per convincere Roosevelt, finalmente, a metà agosto ’39, la lettera era pronta. Il mondo, però, non lo era affatto. Il primo settembre, con l’attacco della Germania nei confronti della Polonia, scoppiò infatti la guerra. Sachs dovette dunque attendere l’11 ottobre per poter incontrare uno degli uomini più potenti al mondo. Evidentemente, il Presidente fu convinto della bontà degli argomenti dell’economista, perché dieci giorni dopo si tenne, a Washington, la prima riunione del neonato Comitato consultivo per l’uranio.

Il Comitato e i suoi membri andarono incontro ad alterne vicende, ma, sei anni dopo, si ebbe il primo risultato concreto, come abbiamo descritto in questo post.

Alessio Gaggero

 

Locandina Master Mediatori familiari
Locandina Master Mediazione penale
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.