Ventiduesima puntata di Conflitti in corso

Nella ventiduesima puntata di Conflitti in corso, si tenta di rispondere alla domanda

«cosa può fare e che utilità può avere la mediazione dei conflitti in questa situazione di pandemia?».

Oltre a ricordare il notevole volume di richieste di appuntamento al servizio gratuito, online e telefonico, di Ascolto e Mediazione e Sostegno Educativo (che Me.Dia.Re svolge con la partnership della Cooperativa Il Ricino e con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando “Insieme andrà tutto bene”), si cerca di fornire una risposta a quell’interrogativo, soffermando l’attenzione sulla complessità di implicazioni, anche di natura conflittuale, dell’epidemia da Covid-19. Ci sono, quindi, conflitti che si sviluppano all’interno di ciascuno di noi, così come nelle nostre relazioni interpersonali, a partire da quelle famigliari, e nel dibattito pubblico. E, tra gli altri, emergono anche i conflitti all’interno e all’esterno delle mura domestiche riguardanti le difficoltà di contenimento, riconoscimento, accettazione e condivisione degli stati di malessere e di angoscia, propri e altrui, inclusi, e forse in primo luogo, quelli derivanti dal lockdown.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *