Seminari e cicli di incontri

L’Associazione organizza presso la propria sede o in altri spazi percorsi di sensibilizzazione e di formazione su tematiche afferenti ai propri ambiti operativi.

Incontro gratuito sulla Mediazione dei Conflitti

“La comunicazione conflittuale tra le parti e l’ascolto del mediatore”

  • Gratuità

    Il percorso formativo è completamente gratuito

  • Formazione on line

    L’incontro di formazione si svolge online, sulla piattaforma ZOOM

  • Orari e data

    L’incontro formativo inizia alle 10,30 e si conclude alle 17,30 (prevedendo una pausa pranzo di un’ora, verso le 13,00 -13,30) sia sabato 3 che domenica 4 ottobre 2020

  • Temi e attività

    I temi affrontati riguardano:

    • la comunicazione conflittuale, intesa sia come fattore, o occasione, di innesco della dinamica conflittuale, sia come modalità relazionale adottata dagli attori del conflitto nello sviluppo di quest’ultimo;
    • gli aspetti emotivi e cognitivi sottesi al comportamento comunicativo conflittuale
    • l’escalation del conflitto dal punto di vista della comunicazione tra i protagonisti
    • le luci e le ombre delle più frequenti modalità di approccio con gli attori del conflitto da parte di soggetti terzi, nella vita quotidiana, al di fuori del setting mediativo
    • l’approccio del mediatore basato sull’ascolto empatico
    • le modalità di comunicazione dell’ascolto empatico in atto da parte del mediatore
    • la comunicazione basata sull’ascolto come fattore di de-tensione e de-escalation del conflitto

    Le attività previste consistono in simulazioni di casi gestiti dai formatori-mediatori all’interno dei Servizi di Mediazione Familiare e degli altri Servizi di Ascolto e Mediazione dei Conflitti di Me.Dia.Re.

  • Informazioni, iscrizione e frequenza

    Contatti per ulteriori informazioni sul weekend formativo del 3 e 4 ottobre 2020:

    • 393.8485393
    • 340.7236318
    • E-mail: info@me-dia-re.it

    Per iscriversi al percorso formativo occorre inviare una mail, entro le 15,00 del 1° ottobre, a info@me-dia-re.it, scrivendo:

    • nell’oggetto, richiesta iscrizione a Incontro gratuito sulla Mediazione dei Conflitti
    • il proprio nome e cognome e recapito telefonico

    A seguito di tale richiesta di iscrizione verrà inviata una mail da parte di Me.Dia.Re. con il link alla formazione sulla piattaforma online Zoom.

    Data la natura gratuita dell’evento formativo, si richiede di voler corrispondere a questa disponibilità dell’Associazione, garantendo la partecipazione all’intero percorso e non soltanto ad una parte di esso.

LE NUOVE FRONTIERE DELLA MEDIAZIONE

Il futuro della mediazione in una società sempre più “arrabbiata”

Partendo dalla esperienza quasi ventennale di Me.Dia.Re. sul tema della mediazione dei conflitti, la giornata mira a stimolare una riflessione sul futuro di questa professione. In particolare, riguardo a: la mediazione familiare rispetto ai nuovi profili assunti dalla famiglia e al  contesto di crisi socio-economica e in rapporto ai rischi che deriverebbero se venisse resa obbligatoria tale pratica; la mediazione della conflittualità spesso violenta che si manifesta sui social; la mediazione dei conflitti come strumento per promuovere lo sviluppo dei quartieri e la costruzione di reti sociali.

La testimonianza e l’ascolto di una vittima di mafia

L’incontro in questione offre l’opportunità di ascoltare la storia e la testimonianza di una vittima di mafia con l’intento di condurre i partecipanti ad un primo ascolto della vittima, individuandone e riconoscendone i vissuti, le peculiarità dell’esperienza soggettiva e i processi di vittimizzazione con le relative conseguenze psicologiche.

La gestione del conflitto con le relazioni: l’opportunità della mediazione

il 17 ottobre 2018 dalle ore 14:00 presso il Circolo della Stampa – Palazzo Ceriana Mayneri si terrà il primo convegno organizzato a Torino da DPL Mediazione & CO.
L’evento sarà occasione per condividere il progetto della delegazione di Torino e avviare anche il primo corso di formazione per mediatori.

Il convegno ha ottenuto l’accreditamento presso gli Ordini degli Avvocati e dei Commercialisti di Torino.

Le radici della radicalizzazione. Contesti e modalità d’intervento.

Il seminario si propone come approfondimento tematico, in prosecuzione delle problematiche affrontate nel corso base Migrando. Esso ha per oggetto le varie forme di radicalizzazione che si producono nello scenario contemporaneo. Scopri di più!

  • supervisione professionale

Supervisione Professionale Mediatori Familiari

Un percorso di supervisione sull’attività svolta come mediatori familiare, al fine di incrementare le capacità di autosservazione, attraverso il confronto con il gruppo ed i supervisori.

La supervisione prevede 2 giornate di formazione: la prima di 7 ore e la seconda di 3 ore .

Le lezioni si svolgeranno presso la sede dell’Associazione Me.Dia.Re., via Buniva 9/bis/d, Torino.

  • conflitti-negli-anni-della-crisi

Conflitti in crisi. Incontri gratuiti su come gestire i conflitti negli anni della crisi

Il conflitto è fondamentale per la crescita e per l’adattamento dell’individuo al contesto in cui vive. Inoltre è di cruciale importanza per lo sviluppo dell’identità personale.

Il ciclo di tre incontri, di circa 3 ore l’uno vuole essere uno spazio utile per pensare insieme a ciò che ci accade sul piano soggettivo e per esplorare le possibilità di una più efficace gestione.

  • la-mite-di-dostoevskij

In scena La Mite di Dostoevskij – 6 dicembre 2016

Dostoevskij illustra analiticamente la psicologia del protagonista: un uomo permaloso e superbo, nel quale traspare l’amore e l’impossibilità di rivelare i propri sentimenti, ed è qui che avviene il confronto tra amore e libertà e tra bene e male.

Lo spettacolo si inserisce nell’ambito di un progetto finalizzato a diffondere consapevolezza circa il tema della violenza intrafamiliare.

  • violenza-psicologica-contro-le-donne

Eyes wide open. Incontri gratuiti sulla violenza psicologica contro le donne

Il fenomeno della violenza psicologica nelle relazioni affettive o intime è ancora oggi caratterizzato da scarsa considerazione.

Il corso è teso a fornire ai partecipanti competenze utili a conoscere e riconoscere il fenomeno della violenza psicologica, soffermandosi sulle sue dinamiche di innesco e sviluppo, sui diversi danni che provoca alla vittima.