Corsi e ricorsi è una nuova rubrica dell’Associazione Me.Dia.Re., simile ad altre già presenti sul web, che, come quelle, vuole contribuire a mantenere e rinfrescare la memoria circa fatti di varia natura accaduti tanto nel più recente passato che in quello un po’ più remoto. Tendenzialmente, infatti, gli eventi richiamati saranno quelli verificatisi dell’inizio del Novecento fino all’anno scorso. Tuttavia, questa rubrica presenta due caratteristiche: la prima è che è interlocutoria. In sintesi, chiunque abbia voglia di aiutarci a ricordare può segnalarci (in forma non anonima) l’accadimento che ritiene meritevole di attenzione. Pubblicheremo, quindi, tutti i fatti che ci verranno proposti, indicando anche chi è l’autore della “rimembranza”, ma riservandoci la prerogativa di verificare prima la congruità del contenuto e della forma del contributo inviato. Naturalmente, la preghiera è di scrivere dei contributi pubblicabili secondo le regole del diritto e del buon senso. L’altra peculiarità di questa rubrica riguarda il suo “taglio”. Me.Dia.Re., infatti, si occupa di mediazione familiare, penale, di gestione dei conflitti in diversi ambiti (aziendale, sanitario, scolastico..), di ascolto e sostegno per le vittime di reato e di altro ancora, pertanto, i fatti che verranno presi in considerazione saranno, soprattutto, quelli relativi al conflitto nelle sue più diverse manifestazioni e conseguenze, dal livello micro a quello macro. Saranno citati, quindi, eventi bellici, ovviamente, ma anche atti di terrorismo, episodi di criminalità organizzata e non, fatti di politica nazionale e internazionale, specie se aventi correlazioni con questioni del nostro Paese, eventi di rilevanza culturale e altri accadimenti, in vario modo oggetto di discussione, dibattito o polemica.

Cesare Terranova e Lenin Mancuso, Antonino e Stefano Saetta

/

Stesso giorno del mese, il 25 settembre, a nove anni di distanza, Cosa Nostra uccide, nel ’79 il giudice Terranova e il suo amico e unico uomo di scorta il maresciallo Lenin Mancuso, nell’88, il giudice Antonino Saetta e suo figlio Stefano. Perché? Perché davano fastidio. Forse perché queste persone sapevano che, come sostenne Terranova che «… non c'è una mafia buona o cattiva», che non c’è mai stata, «perché la mafia è una sola ed è associazione per delinquere. E, tuttavia, è cosa diversa dalla comune delinquenza: è, per dirla come Leonardo Sciascia, un'associazione segreta che si pone come intermediazione parassitaria fra la proprietà e il lavoro, tra la produzione e il consumo, tra il cittadino e lo Stato, con fini di arricchimento per i propri associati». Lo sapevano fin troppo bene e, in nome dello Stato di diritto, avevano applicato la legge per fare giustizia.

Il 24 settembre 1961 si svolge la prima Marcia per la pace Perugia-Assisi

/

Decine di migliaia di persone condividono periodicamente gli ideali di pace e nonviolenza, percorrendo insieme 24 chilometri nel Centro Italia.

Il 23 settembre 1981 è istituita la Commissione parlamentare d’inchiesta sulla P2

/

Si cerca la verità su una dubbia sparizione e si trova la lista della P2. Giorni di fuoco in magistratura, essendo anch’essa coinvolta.

Il 22 settembre 1922 si consuma la strage di Casignana

/

In tre persero la vita per difendere il diritto di lavorare la terra, leso da chi aveva bene altri interessi.

Il 21 settembre 1990 la mafia assassinava il giudice Rosario Livatino

/

L’indipendenza del Giudice» affermava Rosario Livatino, «non è solo nella propria coscienza, nella incessante libertà morale, nella fedeltà ai principi, nella sua capacità di sacrifizio, nella sua conoscenza tecnica, nella sua esperienza, nella chiarezza e linearità delle sue decisioni, ma anche nella sua moralità, nella trasparenza della sua condotta anche fuori delle mura del suo ufficio, nella normalità delle sue relazioni e delle sue manifestazioni nella vita sociale, nella scelta delle sue amicizie, nella sua indisponibilità ad iniziative ed affari, tuttoché consentiti ma rischiosi, nella rinunzia ad ogni desiderio di incarichi e prebende, specie in settori che, per loro natura o per le implicazioni che comportano, possono produrre il germe della contaminazione ed il pericolo dell’interferenza»

Entra in vigore la legge Merlin il 20 settembre 1958

/

La chiusura delle case di tolleranza scatenò un feroce dibattito, parlamentare e non, che si concluse con l'approvazione della legge.

75 anni fa a Boves scoprirono quanto valeva la parola di un ufficiale tedesco

/

11 giorni dopo l'8 settembre del '43, a Boves, i partigiani restituiscono i due militari delle SS che hanno catturato. Il comandante tedesco, se glieli avessero restituiti incolumi, si era impegnato a non fare rappresaglie. E, offeso, si era rifiutato di mettere per iscritto questa assicurazione. Riavuti i due soldati, ordina la strage. La prima strage. 

Il 18 settembre del '43 Mussolini annuncia da Radio Monaco la costituzione della RSI

/

Erano riusciti a farlo scendere dal palco, ma il suo spettacolo era lungi dall'essere finito. Che lui lo volesse o meno.

Il 17 settembre 1944 scatta la fallimentare operazione Market Garden

/

Gli Alleati mettono in atto un piano per concludere in fretta il conflitto. I loro programmi saranno sabotati da numerosi fattori.

16/09/1982. Massacri di Sabra e Chatila

/

Tra il 16 e il 18 settembre 1982, per circa 40 ore ininterrotte, si consuma una mattanza di civili alla periferia ovest di Beirut, nel quartiere di Sabra e nel campo profughi di Shatila.

Assassinio di Pino Puglisi il 15/09/1993

/

Lo uccisero per rabbia, per paura, per invidia, perché dall’altare li aveva chiamati animali, perché “si portava i picciriddi cu iddu”

1916: inizia la settima battaglia dell'Isonzo, tre giorni di carneficina

/
Certo che la stanchezza, la fatica, l’ebetudine, la macerante…

13 settembre 1982: la legge Rognoni-La Torre introduce il reato di associazione di tipo mafioso

/

La legge 646 definì i tratti specifici dell’associazione di tipo mafioso, evidenziando in particolare l’uso dell’intimidazione e la condizione di soggezione che ne deriva.

12 settembre 1977, muore in carcere Steve Biko

/

La storia di uomo che ha voluto affrontare a viso aperto l'ingiustizia dell'apartheid, gridando al mondo che "Nero è bello!"

1943, Nola: primo eccidio di militari italiani da parte dei nazisti dopo l'8 settembre

/

Ciò che accadde settantacinque anni fa è considerato il primo atto di rappresaglia nazista in Italia contro l’esercito italiano dopo l’8 settembre

Sorge la Repubblica partigiana della Val d'Ossola il 10 settembre del '44

/

Il Comitato di Liberazione non la riconobbe, ma i risultati ottenuti fino allo scioglimento furono più che incoraggianti.

Gli alleati sbarcano a Salerno il 9 settembre 1943

/

L'armistizio di Cassibile segnò, formalmente, il termine delle ostilità tra Alleati e Regio Esercito. I Tedeschi, tuttavia, non avevano alcuna intenzione di lasciare l'Italia pacificamente.

8 settembre 1943, giorno dell'armistizio di Cassibile

/

Le conseguenze dell'accordo furono durissime per alcuni. Gli Internati militari italiani, ad esempio, passarono mesi nei campi di concentramento nazisti.

Il 7 settembre 2004 sono rapite Simona Pari e Simona Torretta

/

Undici giorni di terrore aspettano le due pacifiste, ignare di ciò che sta per accadere loro.

Eccidio di Rizziconi. 06/09/1943

/

Ancora i Nazisti, ancora la ritirata, ancora una strage. Questa volta, però, è stata dimenticata. Fino a un paio d’anni fa.

Monaco, 5 settembre 1972: la strage delle Olimpiadi

/

Durante le Olimpiadi che avrebbero dovuto segnare la distensione del clima globale, Settembre nero sequestra e uccide undici atleti Israeliani

04/09/17. Pini (Lega Nord): Credere che Regeni sia stato inviato in Egitto per studiare [...] non ci crede la gente comune né gli addetti ai lavori

/

Si parte da Pini e si arriva a Di Maio, passando per Salvini, Conte, Moavero Milanese e Amnesty International, tanto per citarne alcuni. Il tempo è impietoso, la verità lontana.

Il generale-prefetto Dalla Chiesa è assassinato il 3 settembre 1982

/

L’abbandono, la solitudine, il presentimento e la morte. Anche un comandante in alto come Dalla Chiesa ne fu vittima.

Il 2 settembre 2015 Alan Kurdi affoga nell’Egeo insieme alla sua famiglia

/

Alan perde la vita e la sua immagine diventa virale. Charlie Hebdo la mette in copertina e si scatena la polemica.

La strage di Beslan ha inizio la mattina del primo settembre 2004

/

Ossezia, Inguscezia e Cecenia: gli intrecci tra le repubbliche federate russe al centro e alla base del sequestro finito in tragedia.

Il 31 agosto 2017 l’aggressione della donna rumena in provincia di Savona è di dominio pubblico

/

Razzismo o no? Comunque, le lesioni sono attestate dai referti. Il resto è competenza della magistratura.

30 agosto 1918: attentato a Lenin e immediata risposta bolscevica

/

La guerra civile russa fu inasprita da una giornata di attentati alla Rivoluzione: si scatenò il Terrore rosso

Libero Grassi muore la mattina del 19 agosto 1991

/

L'imprenditore palermitano osò sfidare l'estorsione di Cosa nostra e, per questo, fu ucciso. È oggi ricordato come un eroe "normale".

Solo 12 professori universitari, su oltre 1200, rifiutarono di giurare fedeltà al fascismo

/

Dodici professori ordinari su 1.250 rifiutarono di piegarsi al duce. Quei dodici perdettero la cattedra e la libertà personale, ma non quella del pensiero, della coscienza, non la coerenza con se stessi e i loro valori e non la dignità.

27 agosto 1916 Ungaretti scrive San Martino del Carso, mentre il Regno d'Italia dichiara guerra alla Germania

/

Ungaretti e Cadorna, due punti di vista diametralmente opposti, quantomeno alla fine della Grande Guerra.