La mediazione come contenimento del timore di essere giudicati negativamente per il solo fatto di essere in conflitto

/

Quando siamo in conflitto, molto spesso, rappresentiamo noi stessi come coloro che non hanno scelto di confliggere, ma che vi sono stati costretti dalle circostanze o dalla condotta della controparte.

Se siamo in lite, ci diciamo e diciamo agli altri, è perché siamo stati forzati a reagire ad un’aggressione di qualche tipo o ad un’altra ingiustizia.

Nella mediazione si ascoltano le persone non (solo) le parti del conflitto

/
Una mediazione è in primo luogo una condizione di ascolto, dove…
conflitto

La prima vittima del conflitto è la verità

/

Se la prima vittima del conflitto, in conseguenza della morte del confronto, è la verità, la mediazione, resuscitando il confronto, può consentire alle parti di dialogare e, così, lasciare che essi (ri)trovino la verità.

Utilità della mediazione

/

Qual è l’utilità di una mediazione quando si è al centro di un doloroso, angoscioso, sfibrante, amaro conflitto? 

Il riconoscimento delle emozioni in mediazione

/
Pur essendo esperienza comune che, quando si litiga, le emozioni…
mediazione in materia sanitaria

Casi pratici di mediazione in materia sanitaria.

/
Estratto dell’intervento del Prof. A. Quattrocolo al Convegno…

La mediazione dei conflitti in pillole

/
La mediazione dei conflitti in pillole. Spunti teorici e metodologici. In…

La mediazione come spazio di confronto

/

Qual è l'obiettivo della mediazione dei conflitti? Spingere forzatamente le parti contrapposte a riaprire un dialogo? Favorire il confronto tra punti di vista divergenti? Esiste il rischio che una delle due parti utilizzi lo spazio della mediazione per perseguire scopi particolari? Nell'articolo, M. D'Alessandro, filosofo e mediatore, esamina alcuni presupposti filosofici che stanno alla base di un certo modo di intendere la mediazione dei conflitti e definiscono quello che in letteratura è noto come modello umanistico-trasformativo.

Ascolto e Mediazione Penale

/

Intervista a Monica Cristina Gallo, Garante delle persone private della libertà personale del Comune di Torino e Mediatrice dei conflitti familiari e penali. Nell'intervista, a cura di M.D'Alessandro, M. Gallo affronta il tema della mediazione penale in carcere, uno strumento ad oggi ancora poco utilizzato in Italia.

 

giustizia riparativa

La giustizia riparativa. Una percorso innovativo, per restituire centralità alla vittima

/

La Giustizia Riparativa, invece, distinguendosi nettamente dai modelli della Giustizia Retributiva e Riabilitativa, che normalmente prevalgono nei vari ordinamenti – compreso quello italiano - consiste di percorsi che consentono alla vittima di recuperare una posizione di centralità nel procedimento penale e al reo di accettare la responsabilità delle proprie azioni, così sanando la lesione al tessuto sociale che la commissione del reato di fatto ha determinato.