L'influenza della cultura cristiana nella mediazione penale

/

La Giustizia Riparativa e, in particolare, la Mediazione Penale in particolare possono risentire dell'influenza culturale del cristianesimo, ad esempio su registri come quello dell'espiazione o quello del perdono,

si è chiesto Maurizio D'Alessandro, rivolgendosi ai relatori (Maria Alice Trombara, Maria Rosaria Sasso, Alberto Quattrocolo e Giovanni Grauso) della Tavola Rotonda "Cittadinanza alle emozioni. La Mediazione dei Conflitti e i suoi ambiti".

Giovanni Grauso: La Giustizia Riparativa nella nuova riforma del processo penale – Tavola rotonda Cittadinanza alle emozioni

/

«La Giustizia Riparativa non può essere uno slogan, né una bandiera, deve essere una scelta culturale»

E' ciò che ha sostenuto Giovanni Grauso,  svolgendo le sue riflessioni su possibilità e limiti delle previsioni della Giustizia Riparativa nella nuova riforma del processo penale, nel quarti intervento della tavola rotonda “Cittadinanza alle emozioni. La Mediazione dei suoi Conflitti e si suoi ambiti.

Maria Rosaria Sasso: La Mediazione Scolastica - Tavola rotonda Cittadinanza alle emozioni

/

Purtroppo nella scuola, che è la prima agenzia di socializzazione, si parla troppo poco di emozioni, ma a queste e ai conflitti che lì sorgono (quelli tra studenti, quelli tra questi e gli insegnanti, quelli tra le famiglie e i docenti...) può dar voce, e la dà, la Mediazione Scolastica, spiega Maria Rosaria Sasso in questo video del suo intervento nella tavola rotonda “Cittadinanza alle emozioni. La Mediazione dei suoi Conflitti e si suoi ambiti

A. Quattrocolo: Ascolto e Mediazione dei Conflitti in ambito sanitario - Tavola Rotonda Cittadinanza alle emozioni

/

«Poco meno di vent’anni fa, noi dell'Associazione Me.Dia.Re. ci siamo chiesti: poiché alla base o a lato del reclamo e/o della richiesta di risarcimento e/o dell’azione legale, vi sono spesso degli stati d’animo che le risposte formali (giudiziarie o extragiudiziarie) non sempre appagano, non sarebbe necessario offrire a cittadini e professionisti una possibilità di esprimere anche questi aspetti personali e interpersonali e, se interessati, uno spazio per comunicarseli reciprocamente?»

Nel video proposto in questo post è possibile seguire le riflessioni di Alberto Quattrocolo su "Ascolto e Mediazione dei Conflitti in ambito sanitario", fondate sull'esperienza pratica di Me.Dia.Re. nella gestione dei conflitti tra professionisti e pazienti (che si siano manifestati con denunce o richieste di risarcimento per responsabilità professionale, con reclami, con aggressioni ai danni degli operatori e in altri modi ancora).

M. A. Trombara: La mediazione penale - Tavola Rotonda Cittadinanza alle emozioni

/

«Per capire la Giustizia Riparativa, dovremmo farci tutti insieme una domanda: perché la "pena"»

Inizia così la riflessione di Maria Alice Trombara sulla Mediazione Penale, svolta nella tavola rotonda "Cittadinanza alle emozioni. La mediazione dei suoi conflitti e i suoi ambiti", organizzata dall'Associazione Me.Dia.Re. il 12 novembre

Ricostruire legami: tavola rotonda del 19 novembre

/

Vi aspettiamo il 19 novembre,  sulla pagina Facebook di Me.Dia.Re., dalle 17,30 alle 19,30, alla Tavola rotonda:

“Ricostruire legami”: la Mediazione dei Conflitti e i suoi ambiti

Si parlerà delle dinamiche d'innesco e delle conseguenze della conflittualità quotidiana nelle comunità, degli effetti dei reati e dei conflitti che li hanno provocati o che ne sono derivati sulle vittime e sugli autori, nonché sul contesto sociale, e degli strumenti e degli obiettivi e delle funzioni della Giustizia Riparativa proprio all'interno delle comunità.

 

Discussione su Ascolto e Mediazione. Un approccio pragmatico alla gestione dei conflitti

/

Nel corso del dibattito al termine della presentazione del libro “Ascolto e Mediazione. Un approccio pragmatico alla gestione dei conflitti” (di Alberto Quattrocolo, Maurizio D'Alessandro, con prefazione di Isabella Buzzi, FrancoAngeli, 2021), si è discusso della ricchezza e della complessità dell'ascolto, ma anche, e con molta sincerità, delle difficoltà che può incontrare il mediatore nella gestione dei propri vissuti attivati dalla relazione con i confliggenti ascoltati  

Il modello Ascolto e Mediazione come mediazione trascendentale

/

Nel presentare il libro “Ascolto e Mediazione. Un approccio pragmatico alla gestione dei conflitti”, che ha scritto con Alberto Quattrocolo, in questo video dell'incontro svolto il 21 ottobre 2021, Maurizio D'Alessandro spiega perché a pagina 147 del testo ha scritto «La mediazione crea le condizioni di possibilità di un confronto e in questo senso possiamo kantianamente definirla mediazione trascendentale».

«In Kant, infatti, "trascendentale" ha un valore particolare, che non richiama la trascendenza come ciò che è oltre il mondo, ma che riguarda "ogni conoscenza che si occupi in generale non tanto di oggetti, quanto del nostro modo di conoscere gli oggetti, nella misura in cui questa deve essere possibile a priori". Non mi voglio soffermare tanto sul concetto di “a priori” (perché lì si aprirebbero delle parentesi che non so neanche se sarei in grado di spiegare), ma sull'espressione “del nostro modo di conoscere”. Perché? Perché in fondo per quel che mi riguarda, tanto nei momenti formativi quanto nelle mediazioni, talvolta mi rendo conto che mediare, più che usare quella cassetta degli attrezzi di cui parlavo prima, vuol dire proprio, in primo luogo, entrare in contatto con sé stessi, con il proprio modo di essere, di relazionarsi all'altro, per tentare di entrare in quell’agire comunicativo di cui abbiamo parlato e per far sì che l'altro si senta davvero ascoltato e non strumentalizzato»

Il modello “Ascolto e Mediazione”

/

Alberto Quattrocolo nel presentare il libro “Ascolto e Mediazione. Un approccio pragmatico alla gestione dei conflitti”, di cui è autore con Maurizio D’Alessandro, si è soffermato sulle ragioni per le quali nell’elaborare una denominazione per definire l’approccio dell’Associazione Me.Dia.Re. alla gestione dei conflitti si è deciso di

«estrarre dal concetto di mediazione un aspetto ad essa connaturato (l’ascolto): non per slegarlo, ma per esplicitarlo, rammentandone così la centralità. Ascolto e Mediazione, appunto, e non “soltanto” mediazione».

Isabella Buzzi: «siamo tutti fatti di carne e di sangue»

/

Isabella Buzzi, in questo video dell'incontro sul tema della mediazione ha spiegato perché ha accettato di essere autrice della prefazione del libro "Ascolto e Mediazione. Un approccio pragmatico alla gestione dei conflitti" (di A. Quattrocolo e M. D'Alessandro, FrancoAngeli, 2021).