giorno maledetto

Giorno maledetto

/

Nel'55 usciva sugli schermi un film di grande successo, Giorno maledetto. Un reduce della Seconda Guerra Mondiale, Macreedy, arriva a Black Rock per cercare il padre di un suo commilitone, un nippo-americano morto in Italia sul campo di battaglia. Scoperto che il vecchio era stato bruciato vivo da un gruppetto di razzisti, guidati da Reno Smith, Macreedy avrà a che fare con i depistaggi e le minacce di questo fanatico violento, autoproclamatosi patriottico. Quanti Reno Smith ci sono da noi? Quanti stranieri sono stati colpiti solo perché immigrati? Cosa si può fare per non sentirsi "sporchi" come gli abitanti di Black Rock?

autorizzazione-della-violenza

Autorizzazione della violenza

/

La continua demonizzazione e criminalizzazione degli immigrati e il tentativo di screditamento ed emarginazione di coloro che non nutrono sentimenti xenofobi fanno parte di una linea politica intrinsecamente violenta. Che, però, ha come possibile effetto, e forse anche come obiettivo politico o perfino come dato costitutivo, la creazione di condizioni culturali favorevoli ad un’autorizzazione della violenza razzista.

prima gli esseri umani

Prima gli esseri umani

/

La sostituzione della prospettiva del "prima gli esseri umani" con quella del "prima noi", invece di tutelare davvero quei "noi", li seduce, li inganna e fornisce comodi alibi per non risolverne le cause del disagio.

(in)giustizia nazionalrazzista

(in)giustizia nazionalrazzista

/

 La (in)giustizia nazionalrazzista cerca di far credere che la fonte di tutti i mali di cui soffrono gli italiani è l’immigrazione e si propone come una giustizia centrata sull’individuazione di un comodo capro espiatorio.

Obiettivi dell’antibuonismo nazionalrazzista

/
Obiettivi dell’antibuonismo nazionalrazzista, intesi come bersagli…
antibuonismo nazionalrazzista

Antibuonismo nazionalrazzista

/

L’antibuonismo nazionalrazzista perseguita gli immigrati per condurre la sua battaglia politico-elettorale contro gli avversari, accusandoli di una "colpa gravissima": essere buonisti.

(il)legalità nazionalrazzista

/

Il nazionalrazzismo agita continuamente la bandiera della legalità per dare addosso agli immigrati e al sistema di accoglienza. Ma qual è la sua idea di legalità? Una (il)legalità nazionalrazzista.

strumentalizzazione stupri

Strumentalizzazione nazionalrazzista degli stupri

/

Sulle violenze sessuali commesse in Italia è in corso un’insistente strumentalizzazione: una strumentalizzazione nazionalrazzista degli stupri. Ciò che conta è far sì che un numero crescente di italiani arrivi a considerare il nazionalrazzismo come l’unico baluardo contro orde di stupratori, ladri e assassini.

doppia morale nazionalrazzista

La doppia morale nazionalrazzista

/

La doppia morale nazionalrazzista strilla che il migrante è naturalmente delinquente e stupratore, mentre non lo è l’italiano che commette gli stessi reati. E così si indigna quando non viene messo in risalto che l’autore del reato è straniero.

dove eravamo

Dove eravamo

/

Certi momenti ci coinvolgono tutti a prescindere dal luogo in cui avvengono. Certi fatti si fissano nella memoria collettiva e stimolano la vicinanza empatica di interi popoli. Ma quando il fatto che, pure riguarda degli esseri umani, non è riconosciuto come tale, non scatta alcuna empatia. Ricordiamo dove eravamo quando vennero uccisi prima Giovanni Falcone e poi Paolo Borsellino e quando vennero abbattute le Torri Gemelle, perché ci sentivamo lì, a Palermo o a New York. Ma non ci sentiamo lì quando un barcone si rovescia nel Mediterraneo.