Tesi di Luca Pugliese: La mediazione familiare nella separazione di fronte alla disabilità

/

La tesi proposta da Luca Pugliese nel Corso in Mediazione Familiare è un avvicinamento alle "famiglie lacerate non solo dal dolore del trauma che la disabilità porta con sé, ma anche appesantite dai conflitti che la separazione porta con sé".

“In una società come quella attuale in cui le modificazioni strutturali e culturali della famiglia sono in continuo divenire, credo sia necessario lasciare aperti gli spazi del confronto e del supporto rispetto a tali cambiamenti. Il concetto di conflitto è altamente connotato da valenze negative e per questo demonizzato, tanto che si attuano comportamenti difensivi con il solo risultato dell’evitamento, mentre l’affrontare tale situazione con l’aiuto di un terzo porterebbe ad un maggior livello di benessere nella gestione dell’evento”.

Tesi di Daria Moschetti: La mediazione familiare in presenza di genitori anziani non autosufficienti

/

La tesi che Daria Moschetti  ha proposto al termine del Corso in Mediazione Familiare, attraverso l’esame di due casi reali, indaga le potenzialità della mediazione familiare quale risorsa per la gestione di quelle dinamiche intra-famigliari rese critiche o conflittuali dall’accudimento di un genitore anziano non autosufficiente.

Intervista ad Annalù Mirone

/

In questo video della rubrica Interviste ad ex corsisti diamo la parola ad Annalù Mirone, che, dopo aver seguito l’ottava edizione del Corso di Mediazione familiare e di Mediazione Penale dell’Associazione Me.Dia.Re. (novembre 2015 - gennaio 2017), è stata assunta come mediatrice penale minorile presso il relativo Centro di Mediazione della Città di Torino.

Intervista ad Alessio Gaggero

/

Parliamo con Alessio Gaggero, in questo quarto video della rubrica Interviste ad ex corsisti. Anche in tal caso diamo la parola ad un mediatore familiare che ha seguito uno dei corsi di Mediazione familiare e di Mediazione Penale dell’Associazione Me.Dia.Re. (era l’ottava edizione, iniziata nel novembre del 2015 e conclusa nel gennaio 2017), al termine del quale ha iniziato a lavorare presso il Centro di Mediazione di Torino, sviluppando un’esperienza ormai triennale come mediatore penale minorile.

Essendo, però, anche uno psicologo, Alessio si soffermerà anche sulle differenze tra quella professione e quella di mediatore.

Diciannovesima puntata di Conflitti in corso

/

Nel diciannovesimo incontro di Conflitti in corso, commentiamo la mail di una persona che descrive non un conflitto di coppia, ma una situazione violenza psicologica.

Tesi di Beatrice Reteuna Contin: “Cosa serve per dialogare?”- La mediazione famigliare e la pratica collaborativa: diversi metodi, stessi obiettivi

/

La tesi di Beatrice Reteuna Contin discussa al termine del Corso in Mediazione Familiare è un’esplorazione delle similitudini e delle differenze tra mediazione familiare e pratica collaborativa, di cui cerca di evidenziare potenzialità e limiti.

Tesi di Antonio Vallone: Infedeltà e tradimento nella mediazione familiare

/

La tesi di Anotnio Vallone discussa al termine del Corso in Mediazione Familiare affronta il tema del tradimento e dell’infedeltà coniugale, riflettendo su come possa essere gestito in conflitto coniugale connesso a tale situazione secondo diversi approcci di mediazione familiare.

Il tradimento è sempre esistito e sempre continuerà ad esistere (…). La situazione si è notevolmente complicata con l’avvento del web e dei social network che hanno aperto la strada ad ‘amori liquidi’, amori on-line e amici di penna che diventano amici di chat..

Terzo appuntamento di Note di Mediazione: ancora su "Soldi" di Mahmood

/

Il terzo appuntamento di Note di Mediazione è ancora sulla canzone  "Soldi" di Mahmood, supponendo che nel percorso di Ascolto e Mediazione, al quale abbiamo immaginato che partecipi il protagonista della canzone, entri in gioco un'altra figura, quella della madre. Senza trascurare la questione indicata dal titolo stesso della canzone: quella dei soldi.   

Tesi di Fabiola Sacco: La Mediazione Familiare: una risorsa per le famiglie con minori disabili

/

La tesi di Fabiola Sacco discussa al termine del Corso in Mediazione Familiare tenta di far comprendere perché la mediazione familiare può essere una risorsa preziosa per la gestione del conflitto interno alle famiglie con minori disabili:

non perché non abbiamo le capacità per farcela da soli ma perché in determinati momenti è utile affidarsi, avere fiducia in qualcuno, neutrale, che possa fornirci una via d'uscita”.

Figli e mediazione familiare: è giusto coinvolgerli?

/

"Quale è il ruolo dei figli durante il conflitto tra i genitori?
I figli possono sembrare spettatori passivi rispetto alle discussioni che coinvolgono i genitori ma, la maggior parte delle volte, gli stessi vengono trascinati all’interno del conflitto e si trovano in una posizione molto
svantaggiata poiché lo subiscono e non possono avere “voce in capitolo” a riguardo.
Ecco perché appare evidente quanto sia importante il dialogo tra genitori e figli, in particolare modo quando la coppia si trovi ad affrontare un passaggio molto delicato quale quello della separazione.
E’ altrettanto evidente quanto questo risulti difficile, soprattutto in questa fase nella quale la coppia è prevalentemente impegnata a farsi la guerra e risulta, per la maggior parte delle volte, cieca nei confronti di quello che sarebbe bene per i figli."
Ci chiediamo, quindi, se sia giusto coinvolgerli, facendoli divenire parte attiva al percorso di mediazione familiare.